Otite del cane: cause, sintomi e cure

L'otite nei cani è una problematica che può interessare in generale tutte le varie razze ed in particolare interesse frequentemente talune di queste. Tra le razze principalmente interessate ed esposte, si possono ricordare il cocker spaniel o anche il basset hound. Ebbene, queste razze sono maggiormente esposte in ragione della forma particolare delle orecchie che facilita la circolazione di sostanze estranee.

Come riconoscere l'otite

I sintomi possono comparire nel cane in modo improvviso o graduale. Al fine di poter riconoscere tale problematica, è necessario osservare se nel cane si siano palesati uno o più di uno tra questi sintomi:

        • Occorre osservare se l'orecchio, o il condotto uditivo del cane sia infiammato;
        • Occorre osservare se il cane spesso strofina la testa o il viso;
        • Occorre osservare se il cane si gratta frequentemente la zona delle orecchie.
Sintomi Tra i sintomi che il cane può presentare si possono ricordare:
        • La riduzione o la perdita dell'udito del cane;
        • La carenza di equilibrio nel cane;
        • Possibile perdita di pelo nella zona delle orecchie;
        • Il cane potrebbe trovarsi in uno stato di sofferenza o depressione;
        • Presenza di ulcere o cicatrici nella zona delle orecchie;
        • Presenza di cerume in grandi quantità nel condotto uditivo;
        • Sensazione di dolore provata dal cane quando si toccano le orecchie;
        • Odore sgradevole proveniente dalle orecchie del cane;
I sintomi sopra citati possono essere originati da molteplici cause. E' necessario pertanto precisare che le possibili cure sono diversificate a seconda dei sintomi presentati dal cane.

Cause dell'otite nel cane

Come già anticipato, le cause che originano l'otite nel cane possono essere molteplici. Ebbene, l'otite può essere provocata da problemi di salute oppure anche dalla veicolazione di corpi estranei nell'orecchio del cane. Tra i fattori che possono causare l'otite nel cane, si possono ricordare:

        • Il fattore ambientale: il condotto uditivo del cane è generalmente umido e caldo. Questo aspetto può fornire un ambiente favorevole alla possibilità di crescita di funghi e batteri. In un ambiente sano l'organismo del cane è in grado di combattere tali agenti patogeni, viceversa in un ambiente malsano e quindi la maggiore umidità può agevolare lo sviluppo di infezioni;
        • I parassiti: i parassiti esterni, tra i quali si possono citare gli acari o le pulci, possono causare numerose conseguenze nei confronti del cane. Ebbene, principalmente questi possono causare irritazioni, danni ai tessuti nonché l'incremento della quantità di cerume nelle orecchie del cane. Quest'ultimo, avvertendo prurito e fastidi, si gratterà causando infiammazione e infezione della zona interessata;
        • Piccoli corpi estranei: una delle cause dell'otite nel cane è rappresentata dalla veicolazione di piccoli corpi estranei nell'orecchio del cane, le quali causano irritazione ed ulteriori infiammazioni e infezioni. Questi piccoli corpi estranei sono generalmente semi o parti della pianta, i quali possono entrare casualmente nell'orecchio del cane. E' inoltre possibile che i suddetti corpi estranei entrino nell'orecchio del cane accidentalmente mentre si procede a pulire l'orecchio del cane;
        • Cane con allergie: molto spesso i cani con allergie sviluppano delle infezioni alle orecchie. Questa allergia muta l'ambiente del condotto uditivo, favorendo lo sviluppo di infezioni determinate da funghi o batteri;
        • Traumi: i possibili danni all'orecchio causati da traumi possono originare infezioni e otite nel cane. Il suddetto trauma può essere originato dal cane stesso quando si gratta o si sfrega contro qualche superficie o anche da lotte con altri animali. Il trauma può inoltre essere originato dal padrone del cane quando si pulisca l'orecchio in modo erroneo;
        • Squilibri ormonali: possono favorire la crescita di funghi e batteri all'interno del condotto uditivo del cane;
        • Ulteriori cause: tra le ulteriori cause che possono originare un'otite nel cane si possono ricordare i polipi, i fattori ereditari e i tumori.
Come già anticipato l'otite può verificarsi in qualunque cane a prescindere dalla razza, è tuttavia è necessario precisare che vi sono delle razze specifiche, le quali sono maggiormente esposte al rischio di soffrire di otite. Tra queste è possibile ricordare:
    • Cani da riporto: sono particolarmente vulnerabili, in ragione del fatto che il canale uditivo è cronicamente umido e bagnato;
    • Barboncini e terrier: queste razze sono particolarmente vulnerabile, in ragione della folta peluria all'interno del condotto uditivo;
    • Bulldog, Golden Retrivier, Labrador: queste razze sono particolarmente a rischio, in ragione della particolare forma delle orecchie. Questo può ostacolare la ventilazione del condotto uditivo.
Cura dell'otite L'otite è una problematica che può facilmente essere diagnostica dal veterinario. E' importante accertare il prima possibile se il cane soffra di otite, così che si possa procedere rapidamente alla cura. Ebbene, i cani che non siano curati in tempi rapidi possono incorrere in seri pericoli, come ad esempio la perdita dell'udito o la morte causata dalle infezioni. Se si crede che il cane possa soffrire di tale problematica, è importante procedere a portarlo immediatamente dal veterinario: in tal caso è necessario evitare di procedere alle cure autonomamente. La cura iniziale consiste nella pulizia dell'orecchio del cane, al quale verranno somministrati appositi farmaci per ridurre le possibili infiammazioni. Al cane viene inoltre somministrato un farmaco specifico a seconda del singolo caso:
    • Nell'ipotesi di infezione batterica al cane viene somministrato un antibiotico;
    • Nell'ipotesi di infezione da funghi al cane viene somministrato un antimicotico;
    • Nell'ipotesi di infestazione parassitaria al cane viene somministrato un farmaco insetticida innocuo per il cane.
Nel caso in cui il canale uditivo sia totalmente ostruito dall'infiammazione, l'unico rimedio è procedere con un'intervento chirurgico. Se l'otite è causata da cause atipiche, tra le quali ad esempio le allergie, si procede alla cura del cane attraverso specifici trattamenti, i quali possono variare quindi a seconda del fattore che ha originato la problematica nel cane. Cura dell'otite attraverso rimedi naturali Una volta che il veterinario ha individuato le cause che hanno originato l'otite, è possibile scegliere se procedere alle cure attraverso l'uso di farmaci tradizionali oppure attraverso rimedi naturali consigliati dal veterinario, per ridurre le infiammazioni nella zona delle orecchie del cane. Tra i rimedi naturali generalmente consigliati dagli specialisti si possono ricordare l'aceto di mele o anche il tè verde. E' assolutamente fondamentale rivolgersi sempre a soggetti specializzati che potranno accertare le cause che hanno provocato l'otite e consigliare quale sia la cura migliore.

Contenuti in Tema